Come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo

Dipendenza da alcool - Dott. Cosimo Colletta

Motivazione su cura di alcolismo il prezzo

La N,N,N-trimetilglicina è un metilante, essa svolge un importantissimo ruolo nel processo di detossicazione nei confronti di un forte ossidante e generatore di radicali liberi, l'omocistina, la quale, se il suo valore è elevato, è una delle cause principali delle malattie cardiovascolari.

La N,N,N-trimetilglicina per essere efficace deve essere pura, ovvero anidra, perché in questa forma grammi di N,N,N-trimetilglicina contengono un grammo d'acqua ed il resto e N,N,N-trimetilglicina pura. Come abbiamo detto la N,N,N-trimetilglicina perdendo un suo gruppo metilico si trasforma in N,N-dimetilglicina, la quale interviene nel ciclo di Krebs, andiamo quindi a come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo i vantaggi della N,N-dimetilglicina.

Recenti studi americani hanno dimostrato il valore e l'efficacia della dimetilglicina come integratore alimentare antistress e che è in grado di dare i seguenti benefici:. In Russia sono stati pubblicati estesi lavori dal al sul sale di acido pangamico.

Credendo fosse una vitamina, la chiamarono vitamina B Come riportato su esclusive interviste americane e rilasciate da ricercatori sovietici Bukin e Gradina la formula del pangamato di calcio è basata sulla N,N-dimetilglicina, e contiene pure dimetilglicina libero. Il pangamato è semplicemente un veicolante per la dimetilglicina.

Sfortunatamente, molte delle ricerche sovietiche, attribuiscono incorrettamente al pangamato un'attività vivente, mentre invece è un substrato della dimetilglicina. Questo ha causato decenni di confusione nella letteratura scientifica. Le ricerche sovietiche sulla loro dimetilglicina formula base hanno dimostrato tre proprietà: un effetto lipotropico dovuto alla presenza di gruppi metilici instabili; stimolazione del metabolismo ossidativo nei tessuti; una capacità detossificante.

L'area principale di applicazione per la dimetilglicina, negli studi russi era nel trattamento di alterazioni cardiovascolari associate ad insufficienza di ossigeno nel metabolismo. Buoni risultati si sono pure ottenuti nel trattamento di numerose altre alterazioni, come diabete, disturbi cutanei, affezioni epatiche ed anche detossificazione di alcolizzati e drogati.

I russi riportano anche l'assicurazione del ruolo della dimetilglicina nella medicina dello come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo come un fattore che promuove un più efficiente adattamento all'attività muscolare, risultante in grande resistenza ed apprezzabile riduzione dei tempi di recupero dell'atleta.

La N,N-dimetilglicina è permesso conferire alla N,N-dimetilglicina il solo nome di dimetilglicina è il dimetilato derivato dal semplice aminoacido Glicina, nel quale due gruppi metilici sono attaccati tramite un atomo di azoto ad una molecola di Glicina. Sebbene ricerche abbiano dimostrato che la dimetilglicina è un componente attivo fisiologicamente, esso non è come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo vera vitamina, poiché nessun sintomo è mai stato associato alla carenza della stessa nella dieta dell'animale e dell'uomo.

La Dimetilglicina o i suoi sali associati e proteine complesse, è trovata naturalmente, in bassi livelli, in come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo cibi, come carne, semi e cereali. Il DMG non si trova in alti livelli, perché come metabolita intermediario è rapidamente metabolizzato da altri importanti substrati secondari.

Meduski, Ph. Il ruolo della dimetilglicina come metabolita intermedio in cellule eucariatiche è stato scoperto prima del da Neils Nielson del Carlsberg Laboratory a Copenhagen. La dimetilglicina è prodotto nelle cellule mammifere dal catabolismo della colina e betaina. Queste stesse unità di carbonio possono trovarsi in vari stati di ossidazione come formiato e gruppi di metile.

Essa deriva da una produzione di gruppi metilici che il DMG sostiene nei processi di metilazione nell'organismo. La Metilazione o la Transmetilazione è un processo per mezzo del quale i gruppi metilici CH3 sono trasferiti da una molecola ad un'altra. Essa è un processo biochimico indispensabile alla vita, alla salute ed alla rigenerazione delle cellule del corpo.

Vitamine, ormoni, neurotrasmettitori, enzimi, acidi nucleici RNA, DNA e gli anticorpi dipendono, tutto sommato, dal trasferimento dei gruppi metilici a completare la loro resintesi e funzione nell'organismo. Ci sono più di 41 reazioni di transmetilazione conosciute nell'organismo. Il metabolismo della Dimetilglicina e gli enzimi specifici implicati nella trasformazione furono susseguentemente studiati da Mac Kenzie, Horner e Frisell.

Mac Kenzie e Frisell hanno studiato il sistema enzimatico Dimetilglicina Deidrogenase, il quale catalizza la dimetilizzazione come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo dimetilglicina nel mitocondrio del fegato. Le sole unità di carbonio prodotte dalla dimetilglicina possono essere usate per la formazione dell'aminoacido essenziale di meteonina dalla omocistina. La metionina in circolo è usata per la produzione di S-Adenosilmetionina SAMil transmetilante attivo nel corpo.

Questo processo mantiene le cellule del corpo in uno stato di alta transmetilazione potenziale. La dimetilglicina riduce anche la concentrazione di omocisteina nel sangue la quale tende a salire dove vi è una bassa disponibilità di gruppi metilici. In come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo alti livelli di omocisteina si sono visti causare aterosclerosi. Il Dr. Kilmer Mc Cully, un patologo, ha suggerito che nell'uomo un elevato livello di omocisteina è una causa di aterosclerosi ed una causa di malattie cardiovascolari.

Inoltre generando solo unità di carbonio, la dimetilglicina genera due molecole di carbonio come glicina, serina l'etanolamina le quali sono benefiche per la vita della cellula. Per esempio la funzione della glicina è quella di un importante neurotrasmettitore inibitore del sistema nervoso centrale ed usata per produrre creatina, una molecola di fosfato molto energetica usata nel tessuto muscolare e nel tessuto del sistema nervoso centrale.

La dimetiletanolamina è stata ritenuta efficace per il trattamento organico e funzionale personale e nei disordini del comportamento dei bambini.

Fields, New York State J. Queste due unità di carbonio sono anche usate per la produzione di acidi nucleici RNA, DNA che sono le vere molecole della vita. La dimetilglicina viene assimilata rapidamente e molto efficacemente dal tratto digerente, ma soprattutto per via sublinguale.

La assunzione della dimetilglicina per via sublinguale fa si che l'assorbimento sia estremamente rapido, gli effetti sono frequentemente evidenti entro 20 minuti dall'assunzione del prodotto.

Tutte le sperimentazioni sulla dimetilglicina hanno dimostrato che essa è metabolizzato rapidamente dal fegato, e, per tale motivo il corpo non immagazzina apprezzabili quantità del prodotto.

La Dimetilglicina è stata creata per essere un integratore alimentare estremamente sicuro come dimostrato da una serie di studi su animali da laboratorio, condotti dall'Università Medica della California del Sud.

Questo dosaggio è considerato generalmente come non tossico. La dimetilglicina è un composto endogeno ed il sistema enzimatico nel corpo converte effettivamente la sostanza in metaboliti che possono essere usati dall'organismo o comunque eliminati dallo stesso. Studi sull'assunzione per un lungo tempo, di dimetilglicina, hanno dimostrato un largo margine di sicurezza. La dimetilglicina è ipoallergenica e non-mutogenica.

Recenti studi pubblicati da Herbert e Coleman hanno specificato un effetto mutogenico possibile da dimetilglicina quando è miscelato con abnormi quantità di nitrito di sodio. Questi studi, ora, si sono dimostrati errati, in quanto è stato evidenziato da altri recenti e ripetuti studi fatti dalla Bioassay Corporation di Woburn, MA che la Dimetilglicina, sia da sola che in associazione con nitriti, non è mutogenica.

La dimetilglicina è un integratore alimentare sicuro che è stato usato da migliaia di cliniche e medici per quasi un decennio senza che si siano avuti effetti indesiderati.

Ricerche hanno dimostrato che la dimetilglicina è un integratore alimentare fisiologicamente attivo che:. L'intento di questa come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo di letteratura clinica sulla dimetilglicina è quella di dare ai professionisti della salute la facoltà di comprendere le benefiche applicazioni della dimetilglicina nell'area degli integratori come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo capaci di portare benessere fisiologico.

La somministrazione di dimetilglicina in pazienti sofferenti di insufficienza circolatoria, ipertensione, atero ed arteriosclerosi ed anormalità cardiache è risultata migliorare le condizioni fisiche in un grande numero di casi. Ad un simposio tenutosi a Mosca nelconcordemente, l'Accademia delle Scienze e l'Istituto di Biologia e Chimica Medica, hanno riportato studi sulla dimetilglicina e la sua applicazione su oltre 20 casi clinici nel trattamento di affezioni cardiovascolari.

La formula della dimetilglicina era marcata come pangamato di calcio, ma un accurato accertamento della chiara letteratura scientifica ha fatto risultare che il principio attivo somministrato nel prodotto era la dimetilglicina.

Sebbene gli studi russi possano essere criticati per la mancanza di condizioni di controllo come il "doppio cieco", le scoperte cliniche furono impressionanti. Dopo l'assunzione della dimetilglicina, le sperimentazioni hanno riportato i migliori risultati nelle seguenti aree: aterosclerosi, arteriosclerosi, circolazione coronarica e funzione miocardica, angina pectoris ed ipertensione sanguigna.

Buoni risultati si sono ottenuti con la somministrazione giornaliera di mg di dimetilglicina. I miglioramenti furono ascritti alla capacità della dimetilglicina di aumentare la disponibilità di come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo nei vari tessuti, alla capacità di migliorare i vari processi ossidativi nel corpo ed alla capacità di normalizzare il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati.

Quattro anni di valutazioni sulla dimetilglicina da parte di Mitchell Pries, M. In sperimentazioni su pazienti affetti da disturbi cardiovascolari ai quali è stato somministrato la dimetilglicina, il Dr. Pries ha notato miglioramenti come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo seguenti aree:. Durante la sperimentazione tutti i pazienti hanno eliminato o ridotto l'assunzione dei prodotti della terapia classica prescrittagli.

Questi risultati si sono ottenuti con dosi giornaliere di 60mg di dimetilglicina, sebbene oggi per avere sicure risposte cliniche ne sia consigliato l'assunzione giornaliera di almeno mg.

La letteratura sovietica riferisce i successi della somministrazione di Dimetilglicina a pazienti con anormalità nel metabolismo degli zuccheri. Il Dott. Shpirt ha reso noto che la loro formula di Calcio Pangamato in realtà dimetilglicina ha abbassato la glicemia a valori normali in diabete di media entità. Questo fenomeno si è accompagnato ad una scomparsa simultanea del glucosio dalle urine. Questo studio conferma la capacità della dimetilglicina di stimolare la ossidazione del glucosio.

Ci sono stati diversi studi individuali da parte di medici americani che hanno attestato la validità della dimetilglicina nell'abbassare la glicemia e di trattare i danni circolatori nei diabetici, comprese cancrene, dolori alle estremità degli arti ed infine la cicatrizzazione delle piaghe e delle ulcere cutanee.

Per valutare gli effetti metabolici della Dimetilglicina nel Diabete Mellito è stato effettuato uno studio su animali, presso l'Università di Bridgeport. Un gruppo di cavie, scelte per lo studio e predisposte geneticamente al diabete tramite manipolazione biologica, mostrano caratteristiche simili al diabete umano: iperglicemia, obesità, glicosuria, polidipsia e modificazioni morfologiche nel pancreas.

In due di questi studi al primo gruppo di cavie è stato iniettato una soluzione di mg di Dimetilglicina per Kg del peso corporeo dell'animale.

Al gruppo di controllo è stato invece iniettato solamente una soluzione fisiologica. La dieta ed i fattori ambientali erano gli stessi per i due gruppi. Questi studi su animali hanno confermato l'aumento del metabolismo come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo di questa molecola.

La dimetilglicina sembra stimolare il consumo d'ossigeno tissutale ed aumentare l'ossidazione a livello cellulare. E' noto che la Dimetilglicina riduce il picco di acido lattico prodotto in stati emotivi e di stress fisico. Nel libro del Dr.

Carlos Mason "The Methyl Approach to Hyoglycemia" si discutono gli effetti dello stress e dell'acido lattico nell'ipoglicemia, e, si sottolinea, la necessità di gruppi metilici CH3 per sostenere le funzioni epatiche, surrenali e pancreatiche. Stanley e Schlenk riferiscono che tutti gli ormoni delle ghiandole surrenali sono dipendenti dalla metilazione.

I livelli di acido lattico sono innalzati in pazienti ipoglicemici a causa di una riduzione della respirazione cellulare. La Dimetilglicina è utile ai pazienti ipoglicemici perché li aiuta a ridurre gli alti livelli di acido lattico ed a fornire una sorgente di gruppi metilici, necessari alle reazioni di transmetilazione. La Dimetilglicina è efficace anche nello stimolare il sistema immunitario. Le indicazioni terapeutiche comprendono sia l'aumento dell'immunità cellulare che umorale.

C'è stato un come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo articolo sulla rivista "JAMA" riguardante gli effetti sulle funzioni immunologiche della Dimetilglicina. In uno studio antecedente, fatto dal Dr. Nizametidinova, è riferito che: porcellini d'India irradiati con raggi X e trattati con Come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo non mostravano segni di soppressione immunologica che si sono invece manifestati nel gruppo di controllo.

Questo studio ha suggerito al Dr. Graber l'idea che la dimetilglicina possa essere un valido agente immunologico nel corpo umano. Studi successivi del Dr. In uno studio in doppio cieco, a 20 volontari sono stati somministrati per via sublinguale come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo di dimetilglicina come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo giorno, e questi hanno mostrato un aumento di volte del livello anticorpale indotto da un vaccino pneumococcico, confrontato con un gruppo di controllo che aveva ricevuto un placebo.

Questo gruppo testato ha anche dimostrato un aumento del fattore inibitorio stimolato da agenti specifici dopo vaccinazione, confrontato sempre al gruppo di controllo. L'aumento di LIF dimostra che la dimetilglicina ha aumentato l'immunità cellulare nel gruppo testato. In un test in vitro che comprende la risposta mutagene dei linfociti provenienti da 45 pazienti affetti da anemia drepanocitica e diabete, la Dimetilglicina raddoppia la risposta dei linfociti a tre lectine.

Questi pazienti normalmente hanno un sistema immunitario depresso ed il test con la Dimetilglicina ha dimostrato ancora il suo effetto immuno-stimolante. Le implicazioni di queste ricerche evidenziano che i pazienti che hanno una ridotta risposta immunitaria od una maggiore suscettibilità alle come restaurare la biochimica cerebrale dopo alcolismo possono beneficiare della somministrazione di dimetilglicina.